Buoni e Cattivi

Chi altro vuole aumentare del 25% i suoi clienti?

11/12/2015

Esatto, hai capito bene. In questo post ti parlo di numeri e ti racconto una storia vera.

In questo periodo siamo tutti pronti a fare i nostri bilanci sul 2015.
Cerchiamo di capire se quello che abbiamo fatto, professionalmente parlando, è andato per il verso giusto oppure no.
Anche io di recente ho fatto il mio bilancio personale (condiviso anche su Facebook) ma in particolare ho cercato di confrontarmi con altre persone, altri imprenditori, che iniziano un po’ a tirare le somme.

Proprio qualche giorno fa ho avuto la fortuna di chiacchierare con un cliente con cui ho lavorato soprattutto nella prima parte del 2015. Sono stata molto contenta di quello che mi ha raccontato, talmente contenta che non posso fare a meno di condividere questa esperienza anche con te!

Non lo faccio per “bullarmi” ma per darti qualche spunto e farti capire che:

l’unica cosa da fare per avere successo è mettersi sotto e fare accadere le cose.

Premessa: non userò il vero nome di questo cliente, ma sappi però che questa persona ha ottenuto ottimi risultati cambiando il suo modo di comunicare online e offline. Anche se deve ancora concludere tutti i suoi conti, a occhio e croce ha migliorato i suoi risultati del 25% (stando scarsi…)

Allora, ti va di conoscere la sua storia?

Claudio (lo chiamerò così) ha una palestra che gestisce con grande passione e dedizione. Il bello è che la palestra è “una grande famiglia”, un ambiente sano e caloroso, dove le persone si incontrano e fanno amicizia: non è certo uno scatolone freddo dove lavorano solo i muscoli!

Anche se il prodotto è buono e di qualità, fino all’anno scorso Claudio aveva il problema di far passare la vera “personalità” della sua palestra attraverso la comunicazione online e offline.
In più voleva incrementare il numero dei suoi clienti usando nuove strade, sperimentando gli strumenti del Web anche se gli facevano venire acidità di stomaco… Ma soprattutto, non aveva idea di come muoversi.

Quello che aveva fatto fino a quel momento non sembrava dare i risultati che sperava: Claudio aveva un sito web gestito da un’agenzia di comunicazione che lo legava per ogni minimo aggiornamento e per ogni piccolissima modifica, tanto che, per liberarsi dal giogo, alla fine è stato costretto a farsene uno da solo con un servizio gratuito.

In più Claudio aveva una presenza sui social non strutturata, infatti aveva iniziato a usarli in maniera personale, senza sapere bene cosa fare (soprattutto su Facebook) e non aveva idea di come far lavorare per lui altri strumenti molto importanti come le email.

Botta finale, con una “comunicazione d’immagine” offline vecchia maniera perdeva continuamente soldi in azioni costose e quasi del tutto inutili come l’uso del camion vela e il volantinaggio “a caso”.

Attenzione, strumenti di promozione come i volantini e il camion vela potrebbero essere utili inseriti in una strategia e se impostati in una certa maniera, ma non era il caso di Claudio. Per esempio, una spesa di 600-700€ per un paio di settimane di camion vela su una strada della sua città aveva portato… Una sola richiesta di informazioni e niente di più.

Proprio quando Claudio non sapeva più dove sbattere la testa ci siamo incontrati e abbiamo iniziato un percorso di affiancamento durato alcuni mesi.

Abbiamo visto insieme quali erano le azioni migliori da fare nel suo caso specifico, tenendo ben presente la rotta da seguire fino alla fine del percorso.

Nei mesi a seguire Claudio ha capito a chi doveva parlare e in che modo, come usare gli strumenti del Web e come mettere in pratica la sua strategia. Ah, per la cronaca: questa strategia non prevede camion vela e pubblicità d’immagine a caso con la tecnica “sparare sul mucchio”.

Come ti dicevo, chiacchierando con lui sono stata molto felice di sapere che è aumentato notevolmente il numero di iscritti rispetto all’anno precedente, ma non solo!

Prima del nostro lavoro insieme gestiva con fastidio e zero passione la promozione della sua palestra, oggi invece, oltre ai risultati che si leggono dalle fatture, ci ha preso gusto! Il suo atteggiamento si è trasformato da riluttante e scocciato nell’uso degli strumenti online, a entusiasta e appassionato.

Niente più stress per Claudio nel comunicare quello che fa: solo sicurezza nel fare in maniera autonoma determinate scelte di marketing.

Anche se non abbiamo applicato esattamente il Sistema “Web no Stress”, perché al tempo non l’avevo ancora codificato e sistemato a dovere, il lavoro con Claudio si è basato sui principi che porto sempre avanti nel mio lavoro, ovvero:

  • l’interesse a rendere indipendente il mio cliente
  • aiutarlo a mettere in pratica delle strategie adatte alla sua attività
  • dargli delle basi che può usare andando avanti, anche se gli strumenti cambiano nel tempo
  • farlo appassionare in modo che gestire la promozione online (e offline) della sua attività non sia più stressante.

Il nocciolo della questione è che i concetti fondamentali che vedremo insieme rimangono, poi bisogna trovare gli strumenti adattati per agire e arrivare ai risultati.

Quindi non servono solo i concetti: servono anche la pratica e azioni concrete per avere risultati! Claudio questo lo sa bene perché ha scritto, disegnato, provato e sperimentato strumenti che non aveva mai visto prima. Abbiamo dato molta importanza alla pratica e non solo alla teoria, in modo da sapere cosa fare in futuro.

 

Ora osservo Claudio mentre svolge in autonomia il suo lavoro quotidiano in palestra e di promozione della palestra stessa. Ovviamente sono pronta ad aiutarlo nel caso in cui avesse bisogno di me, ma senza costringerlo a rimanere chiuso in una gabbia come era successo per la complicata gestione del sito web.

C’è ancora tantissimo lavoro da fare: ora lui ha imparato a camminare, presto riuscirà a correre ottenendo sicuramente risultati migliori! Glielo auguro di tutto cuore.

 

Dimmi la verità, vorresti essere nei panni di Claudio?

Se anche tu sei stanco di essere ingabbiato e stressato dal modo in cui gestisci o ti gestiscono la comunicazione (online in particolare), se anche tu vuoi ottenere risultati simili a quelli che ha ottenuto Claudio e imparare attraverso un Sistema le basi che ti permetteranno di aumentare i tuoi clienti e di migliorare il modo in cui comunichi con loro, allora non hai che da fare una cosa: andare sulla pagina del Sistema “Web no Stress”, vedere come funziona e contattarmi per capire se possiamo lavorare insieme e ottenere i risultati che cerchi.

Per oggi mi fermo qui e spero che questa storia pre-natalizia ti abbia dato un po’ una scossa.

Concludo anche con un avvertimento:

i risultati che puoi ottenere non saranno immediati.

Ci vuole del tempo sia per imparare a usare gli strumenti che per mettere in pratica una strategia. Il punto è che un passo dopo l’altro migliorerai e i risultati arriveranno! Di sicuro se non fai niente puoi solo lagnarti della crisi, delle tasse, dei collaboratori e dei clienti che non ti capiscono.

Sta a te decidere.

Claudio ha già scelto e ora si gode i risultati prima di avanzare e di migliorare ancora… Una crescita di circa il 25% non è abbastanza, può fare meglio 😉

Nessun Commento

Lascia un Commento