Di Internet e Web

Come non perdere tutti i tuoi contenuti online e fare la fine della formica contro lo scarpone

27/10/2015

Qual è uno degli errori più gravi che puoi fare nel gestire la tua comunicazione online come professionista o titolare di un’azienda?

Sicuramente quella di scrivere tutto il tuo materiale e i tuoi contenuti solo ed esclusivamente su social e piattaforme che non sono di tua proprietà. Quello che succede in questo caso è che cedi ad altri, con leggerezza, la proprietà di ciò che scrivi.

 

Un passo indietro

Questo articolo tratta di un argomento un po’ spinoso e mi è venuto in mente proprio perché è successa una cosa molto grave a dei ragazzi che conosco e che stimo molto: i creatori di PostPickr.

PostPickr è uno strumento utilissimo per chi lavora online, infatti permette di programmare e pubblicare post sui vari social e di organizzare il tutto con delle comode rubriche. Non sto a dirti quanto sia utile nella normale gestione dei social, soprattutto per chi ci lavora e deve avere a che fare con un sacco di account diversi, suoi e soprattutto di clienti.

Cos’è successo, in breve, alla giovane startup di Andria?

È successo che i ragazzi hanno preso una mazzata colossale da Facebook: il social-colosso avrebbe riscontrato delle fantomatiche violazioni al regolamento, spiegando il tutto in modo confuso e fumoso.

Il team di PostPickr sta cercando con le unghie e con i denti di risolvere l’insensata restrizione imposta da Facebook, che nel frattempo ha pure deciso di oscurare tanti post di pagine fan che avevano usato questo strumento per programmare i post.

Il risultato dell’azione “Golia che cerca di schiacciare Davide” è un mucchio di professionisti arrabbiati che hanno problemi con i loro clienti per le pagine fan diventate deserte dall’oggi al domani… Immagina i clienti che hanno pagato i servizi di quei professionisti e ora PUF! Tutto sparito.

Immagina se tutto questo fosse capitato a te, se tutto il lavoro fatto nel tempo sulla tua pagina Facebook fosse andato perduto.
Se avessi perso i post da due anni a questa parte (perché PostPickr esiste da 2 anni) come ti sentiresti?
Sicuramente sarebbe una brutta situazione perché avresti perso tanti contenuti creati con fatica, passando ore e ore a pensare a cosa scrivere.

 

Quindi come fare a proteggersi da situazioni di questo tipo?

Non devi più usare Facebook o altri social network?
Non devi più provare e sostenere le startup italiane come PostPickr?

Ma proprio no!

L’unica cosa che puoi fare per proteggerti dalla perdita di tutto il materiale che hai pubblicato online è quello di avere un tuo Blog.

Crea la tua casa virtuale dove i clienti possono trovarti, ma attenzione: devi sempre fare in modo che questa sia di tua proprietà.

Ecco cosa puoi fare per comunicare online al meglio:

  1. Creare la tua base di contenuti usando il tuo blog (tuo significa che paghi il dominio e lo spazio su cui è ospitato). Scrivi lì i tuoi articoli e parla ai tuoi clienti. A meno di una catastrofe nucleare, sei a posto.
  2. Condividi quello che scrivi sui social più in linea con la tua attività.

 

Lo scenario “meno peggio”

Immagina per un momento di avere il tuo blog con tutti i tuoi articoli e allo stesso tempo di avere degli account social su Facebook, Twitter, Pinterest o YouTube.

Immagina anche di avere un problema con Facebook, dove magari hai una bella pagina fan con tante belle cose, immagini, post, recensioni e molto altro.

Pensa a cosa succederebbe se per qualche motivo Facebook decidesse di bannarti e cancellare la tua pagina. Brutta cosa eh?

Rallegrati: ti resterebbe il blog, con tutte le sue informazioni utili, magari anche indicizzato per bene (se è lì da un po’ di tempo).
Quindi perderesti, sì, la pagina fan… Ma saresti già in grado di recuperare un bel po’ di materiale dal blog: in questo caso i danni sarebbero molto più limitati!

Quindi mi raccomando, il blog è una delle prime cose da pensare e poi da creare quando decidi di portare online la tua attività, perché lo puoi controllare direttamente e puoi evitare brutte sorprese, tipo un improvviso cambio di policy di un social, o problemi usando strumenti di terze parti.

Usare solo e direttamente Facebook o altri social media non è la scelta giusta: tieni sempre presente che non sono tuoi e che non puoi controllarli.
Un esempio? Se per caso stai antipatico a qualcuno e vieni segnalato più volte per ripicca, potresti vedere sparire la tua pagina!

Dai, fammi questo favore personale:

Parti dal blog e POI condividi quello che scrivi sui social.

Fonda la tua comunicazione online sulla roccia del tuo blog, e non sulla sabbia di una piattaforma non tua!

 

Io sto con le #FormicheCheNonMollano

In conclusione che dire? Auguro veramente che la brutta situazione di PostPickr si risolva e che vada tutto bene. Spero che le pagine “svuotate” di chi aveva usato questo tool possano ritornare com’erano prima e che Facebook ci ripensi.

Se vuoi seguire meglio la vicenda e per avere più dettagli direttamente dai ragazzi di PostPickr, leggi questo post e se vuoi dare il tuo sostegno a Maurizio, Antonello e Maria condividi la storia con l’hashtag #FormicheCheNonMollano

Per ora ti saluto e mi raccomando, punta tutta la tua comunicazione su qualcosa che puoi controllare in maniera diretta! Cerca in tutti i modi di non essere in balia di social e piattaforme che non sono di tua proprietà!

A presto!
Marina

 

Aggiornamento…

La vicenda si è poi conclusa con un bel lieto fine, proprio il giorno dopo la pubblicazione di questo post. Qui Maurizio, Antonello e Maria ci spiegano meglio #FormicheCheNonMollano – Cronaca di una storia a lieto fine

Complimenti ragazzi 🙂

Nessun Commento

Lascia un Commento