Di Internet e Web

#Cosmoprof2014 e la bellezza sul Web

03/04/2014
#Cosmoprof2014 e la bellezza sul Web

Dopo un autunno e un inverno di pieno letargo, ricomincio a scrivere. La primavera è arrivata: bisogna svegliarsi! Io di solito lo faccio quando si parla di colori e make up, quindi quale migliore occasione del Cosmoprof 2014 per ragionare sulla bellezza e sui nuovi (mica tanto ormai) mezzi di comunicazione?

Negli ultimi anni il settore del beauty è letteralmente esploso sul Web. Questo è ormai sotto gli occhi di tutti. Da quando ho iniziato a seguire il fenomeno, nel 2008, ho notato diversi cambiamenti nell’uso di Internet da parte delle aziende cosmetiche.

L’evoluzione si può riassumere a grandi linee con alcune fasi, in parte sovrapponibili tra loro:

  1. invio di prodotti a youtuber influenti;
  2. creazione di contenuti aziendali con youtuber come testimonial;
  3. passaggio dal video alla parola scritta, le collaborazioni con i/le blogger;
  4. creazione di una presenza online forte grazie a un sito web aziendale e l’uso dei social media.

Questa è la mia sensazione, non è certo un’analisi minuziosa del “chi” o del “come”, però mi porta a riflettere su quanto ancora ci sia da fare per le PMI che lavorano nel settore della cosmetica. Sì, perché facendo una ricerca pre-cosmoprof, a parte le aziende famose che da anni creano conversazioni e rapporti online, tante piccole eccellenze italiane non hanno una presenza online adeguata.

Qualche numero

Prendendo anche solo un campione di 10 aziende, mi trovo a navigare siti web spesso datati, senza la possibilità di condividere i contenuti e con scarsa integrazione con i social. Sempre considerando questo campione, l’uso dei social media si limita a presenze poco curate su Facebook (alcune addirittura con diari personali) e a qualche piccola incursione su Twitter (3 su 10), Google+ (1 su 10) e LinkedIn (1 su 10).

Ora, forse sono stata particolarmente sfortunata a prendere queste 10 PMI come esempio, ma non credo che la realtà sia molto differente.

Si può faaaare di più!

Pensando alla scorsa edizione del Cosmoprof, mi tornano in mente aziende con idee e prodotti sorprendenti: molte di queste purtroppo rimangono nell’ombra, intrappolate dal mancato investimento di tempo e risorse sui social media.

Mi rendo conto che scardinare sistemi e procedure consolidate può spaventare in questo particolare periodo storico, ma stare fermi significa sprofondare. Hai presente cosa succede sulla battigia, con le onde che ti portano via la sabbia da sotto i piedi? Ecco, non curarsi e curare le conversazioni e la propria presenza online è un po’ la stessa cosa.

Ci vediamo al Cosmoprof 2014! Ah, intanto fammi sapere la tua opinione sulla relazione PMI – Web, e non solo in ambito beauty.

Nessun Commento

Lascia un Commento