Comunicazioni di servizio

#webnostress e la storia dell’insegnante di Yoga miope come una talpa

02/12/2015

Ti accorgi di quanto ancora c’è da fare nel tuo mondo quando ricevi certe email.

Forse avrai letto di qualcosa al riguardo sui miei account social, o forse no, ma ultimamente ho avuto il piacere di passare due giorni molto intensi a Milano, dove ho tenuto la parte dedicata al Marketing del Corso “Marketing e Management per lo Yoga” promosso da Yoga Management, con cui collaboro già da un po’.

La parte sul Management invece era pane per i denti del Prof. Giordano Ferrari, docente e imprenditore di grande esperienza, da cui ho imparato moltissimo anche io, tra l’altro.

Ora mi dirai:

“Ma cosa c’entra il Marketing con lo Yoga?” e soprattutto “chemmenefregamme?”

Ecco, questa (la prima) è la domanda che ci sentiamo fare spesso da insegnanti e gestori di Centri Yoga con cui parliamo.
Per la seconda parte, aspetta un attimo e ci arrivo.

Prima dei due giorni di corso a Milano, come puoi immaginare, c’è stato un bel periodo intenso e laborioso con roba forte e dai nomi strani come sales letter, landing page, Facebook Ads, email marketing ecc.

Ti tirò che mi sono divertita molto a confrontarmi con il settore dello Yoga che di solito è abbastanza lontano da “cose brutte” come la promozione, il marketing e addirittura i “clienti”… Brrrrrr, li vedi gli yogi che stringono a sè il tappetino per trovare un po’ di conforto?

Ecco, questa era la situazione, il pregiudizio che dovevamo scardinare con Yoga Management.

Il mio piede di porco preferito per questo lavoro è stato l’email marketing. Ok, a te magari non sembra perché non scrivo una newsletter da un po’, ma ti assicuro che le cose stanno così.

Adoro l’email marketing! E, tra parentesi, dovresti adorarlo pure tu perché fantastico, credimi.

Dunque il piede di porco, ovvero le mail, hanno sì contribuito a portare persone molto interessate agli argomenti del corso, ma dall’altra parte hanno anche un po’ infastidito altri insegnanti. Si è inacidito chi pensa che lo Yoga non abbia bisogno di Marketing e quindi nemmeno di corsi per imparare qualcosa sull’argomento.

Entrando nei dettagli piccanti, avevo in programma una piccola serie di “segreti”, delle pillole da suddividere in 4 email un paio di settimane prima del corso. Una di queste parlava di coerenza, e di quanto è importante mantenere quello che si promette ai propri clienti.

Ovviamente, va bene dare delle informazioni utili, ma mica siamo qui a mettere i catarifrangenti alle talpe (citando Crozza che imita Bersani) e una chiamata all’azione, un link alla pagina d’iscrizione del corso non poteva certo mancare.

Dopo un po’ eccola, la risposta miope, che non si rende conto di quanto è importante vivere nel nostro tempo:

“Noi usiamo già i principi di (parola in sanscrito che non ho capito) e quindi della coerenza. Non ci servono il marketing e corsi di questo tipo.”

 

Appppposto.

 

Problema: anche il maestro di Yoga deve pagare le bollette…

… Ma non può farlo se nessuno va da lui e lo paga.
Un po’ come per te che sei un professionista o hai un’attività: se nessuno ti conosce, nessuno viene da te, nessuno compra i tuoi servizi e nessuno ti paga. Addio bollette saldate.

Chiudersi a riccio e non voler accettare l’idea che viviamo in un mondo rumoroso, pieno di mezzi per farsi conoscere, di opportunità e di rischi usando male certi strumenti, significa sabotarsi da soli.

Io me la immagino questa scuola di Yoga, sai?

Beh, a dire il vero la sono anche andata a cercare online e non ti dico cosa ho trovato: mi sanguinano ancora gli occhi! Sto cercando di dimenticare.

Questa scuola è fissa, ferma, inchiodata al 2003, probabilmente ai tempi del sito!
Magari qualcuno aveva convinto i gestori della forza positiva della rete… Che invece si è rivelata diabolica per i costi troppo alti del sito stesso e forse per il fatto di non aver portato gli allievi che sarebbero dovuti arrivare a frotte dopo la messa online.

Le mie chiaramente sono supposizioni, ma penso proprio che sia andata così. Per loro, lo Yoga e il marketing insieme alle nuove tecnologie sono come acqua e olio… Non si mescolano.

Il punto è che una scuola di Yoga deve vivere e crescere, in quanto organizzazione immersa nella realtà materiale e in quanto attività con certi obiettivi. Purtroppo non ce la può fare ignorando il Marketing.

Questo vale anche per la tua piccola azienda o attività: ignori e/o tagli il Marketing e muori.

 

Ecco dove parliamo di te

Dimmi la verità: anche tu tendi a pensare che il Marketing e la promozione online non siano “roba per te”? Li vedi come cose difficili da capire e pure stressanti da imparare e mettere in pratica?

Forse sei un medico e ti concentri sulla parte pratica del tuo lavoro, come è anche giusto che sia. Ma sai comunicare al meglio quello che fai?

Riesci a trovare nuovi pazienti/clienti in modo consapevole? Ora, lascia stare il passaparola perché sei bravissimo e “come rifà i seni luiiiii, signora mia! Un mago, un mago!”

Hai una strategia? Sai quali sono gli strumenti utili per applicarla? E sai come misurare i risultati, lasciando perdere il numero di Mi piace su Facebook?

No? Mmmmmmmmmm.

 

La soluzione per pagare le bollette: svegliati, che tu sia uno yogi o meno!

Per fortuna, sul tuo marketing e sulla tua promozione online ci puoi lavorare! Ti basta:

  • non lasciarti scoraggiare da brutte esperienze passate con agenzie da incubo (tipo quella incontrata, forse, dai gestori di quella scuola Yoga)
  • smettere di pensare che è tutto troppo tecnico, difficile e stressante per te
  • imparare cosa puoi fare online tu in prima persona, smettendo di spendere soldi per costosi e inutili servizi di agenzie creative che non conoscono e non conosceranno mai i tuoi clienti come invece li conosci tu
  • prenderti un mese di tempo

Come forse hai immaginato, continuo a non essere qui a mettere i catarifrangenti alle talpe.
Quella che ti segnalo ora è una soluzione che ho pensato per aiutarti a migliorare il tuo (pessimo?) rapporto con il Web e con la comunicazione online.

Si tratta del Sistema “Web No Stress”, che ti aiuta a imparare a gestire e migliorare la tua presenza online, in al massimo un mese, senza stress, senza legarti a vita ad agenzie e anche se non sei esperto di Marketing o Comunicazione.

Chiunque altro cerca di gestire la tua presenza online e di renderti dipendente da lui, io no.

Nessun altro ti dà la “Garanzia 100% Soddisfatto o ripetiamo” se non sei soddisfatto del mio lavoro.

 

Ecco, oltre al corso per insegnanti di Yoga, anche questo nuovo “parto professionale” mi ha frenata nello scrivere articoli per il blog, ma come vedi alla fine sono tornata portando doni.

 

Ora sta a te decidere!

Opzione A – Mettere la testa sotto la sabbia come uno struzzo e ignorare il fatto che in un solo mese puoi risolvere senza stress il tuo rapporto problematico con il Web, il marketing e la promozione online

Opzione B – Leggere tutta la pagina del Sistema “Web No Stress” e contattarmi per iniziare il nostro mese insieme (a prezzo speciale fino a San Valentino 2016, perché comunque ti voglio bene 😉 ).

A o B?

A presto!
Marina

2 Commenti

  • Rispondi Silvia Comerio 02/12/2015 at 18:42

    Finalmente Marina, bentornata!! E in bocca al lupo per il tuo nuovo progetto, davvero molto interessante per chi non vuole/può affidarsi a grandi agenzie ma, con una formazione su misura guidata da una professionista, può veramente disporre di una cassetta degli attrezzi utile per migliorare la propria presenza online. E penso che una conoscenza dell’argomento sia utile ai piccoli business anche per attivare sinergie migliori con i collaboratori esterni. Sei d’accordo? 🙂

    • Rispondi admin 02/12/2015 at 19:09

      Ciao Silvia! Grazie per il caloroso bentornato!
      Sì esatto, vedo che c’è bisogno di dare una mano alle piccole imprese e anche ai professionisti che non hanno una bussola sul web. Come dici tu serve anche per collaborare meglio.
      Ora c’è da rimboccarsi le maniche 🙂

    Lascia un Commento